lunedì 27 aprile 2015

LA PRIMAVERA NEL CUORE E UNA TORTA PER L'MTC

Dopo i mesi freddi, grigi.. difficili.. dopo che l'inverno ti è entrato non solo nelle ossa, ma anche nel cuore, lasciandolo privo di un punto di riferimento forte.
 
I rami che fino al giorno prima erano spogli e brulli si popolano di minuscole gemme. Piccoli puntini verdi che ti ricordano che dove fino a pochi attimi prima la natura persisteva in un profondo torpore adesso torna ad esserci vita.
Le prime rondini sono tornate a fare il nido nel tuo cortile, regalandoti il loro canto, appollaiate sui fili del bucato.
 
Le giornate sembrano più luminose, più calde, più piene.
Non hai tempo di fare niente, o quasi. Normale amministrazione.
E senti ancora il corpo pesante, che si trascina dietro il grigiore, il freddo, il torpore.
 
Cerchi una scossa per far ripartire il cuore.
La cerchi nei colori accesi dei primi fiori sui balconi, in quei rami, nel canto delle rondini.
La cerchi nella cucina di casa, un ambiente sempre caldo, a prescindere dalla stagione.
La cerchi nei profumi, nei sapori.
 
Le mani danzano, dosano, assaggiano.
E senza accorgertene hai fatto una torta. "Nuda" di ogni altro orpello, dai colori tenui, sormontata di zucchero e rami fioriti di rosmarino. Dal sapore delicatissimo, come quelle gemme verdi che vedi dalla finestra di casa.
 
 
E il cuore riparte.. piano. Si fa spazio tra il freddo, una dolcezza che scalda i sensi. Che conforta. Che ti incoraggia a guardare avanti.
 
Torta nuda con mousse allo yogurt, ananas, e sciroppo di rosmarino e vaniglia

 
per il pan di Spagna a caldo (di Iginio Massari) dal blog di Caris, Cooking Planner

500g di uova
350g di zucchero
i semi di un baccello di vaniglia
250g di farina bianca 00 (io Garofalo W 170)
100g di fecola

per la mousse allo yogurt

500ml di panna fresca da montare
200g di yogurt bianco intero
5 cucchiai rasi di zucchero a velo
45g di gelatina in polvere (io Fabbri)

per lo sciroppo al rosmarino

100g di zucchero semolato
500 ml di acqua
5 rametti di rosmarino
una stecca di vaniglia

in più ci serviranno

100g di ananas fresco a cubetti
rami di rosmarino in fiore
zucchero a velo

Per il pan di spagna: scaldare le uova, lo zucchero e i semi di vaniglia a bagnomaria, mescolando in continuazione fino che il composto raggiunga i 50°C; quindi montare in planetaria per 15-16 minuti in 3° velocità. Setacciare due volte la farina con la fecola e incorporare delicatamente con la spatola, preferibilmente di silicone.
La massa è montata quando la frusta lascia solchi e tracce ben visibili in superficie. Per verificare la corretta montatura, se si immerge la spatola nella massa e la si mette in posizione verticale, si forma una punta  leggermente allungata  e curva, detta anche a “becco di uccello”.
 
 
Dividete il composto in due teglie (da 22-24 cm di diametro) alte 4-4,5 cm e cuocere a 180° per 22 minuti tenendo un cucchiaio di legno fra il bordo (se usate teglie con spessori più alti, il tempo aumenta e la temperatura passa a 170°). Il pan di Spagna è cotto quando imprimendo una leggera pressione  delle dita sulla superficie del dolce ancora in forno, questa non lascia il segno delle impronte.
 
 
Una volta cotto, togliere il pds dalla teglia quando è ancora caldo (per impedire che secchi troppo), adagiandolo su un foglio di carta forno. Prima il dolce va cosparso di zucchero semolato, per evitare che si attacchi alla carta. (Se avete gli anelli ad hoc per la cottura del pds, non è necessario imburrarli: alla fine si utilizzerà un coltellino per staccarli. Con gli anelli - contenitori obbligati a contenere un determinato volume - il pan di Spagna rimarrà più leggero, perché il vapore che produrrà andrà solo in verticale dando origine a strutture soffici).
 

Per lo sciroppo al rosmarino e vaniglia: in una casseruola ponete l'acqua, lo zucchero, la vaniglia e il rosmarino. Portate a bollore e mantenetelo per circa 20 minuti, finché non si raddensa un poco. Lasciate freddare completamente, quindi filtrate e trasferite in un "biberon", oppure in una ciotolina da cui lo preleverete con un pennello da cucina per bagnare la torta.


Per la mousse allo yogurt: montate la panna, ben fredda di frigo, con la gelatina in polvere e lo zucchero a velo. Quando sarà ben ferma aggiungete lo yogurt, incorporandolo con una spatola in gomma. Riponete in frigo fino al momento di utilizzarla.
 
Assemblaggio della torta: quando sarà perfettamente freddo, tagliate il pan di spagna ricavandone tre dischi. Poggiate lo strato inferiore sul piatto di portata, e bagnatelo con lo sciroppo. Saggiate con i polpastrelli la superficie, se vi sembra asciutta al tatto, aggiungete altro sciroppo (la dose di bagna va comunque dosata in base ai vostri gusti personali, ma ricordate che più bagnerete il pan di spagna e più quest'ultimo faticherà a mantenere forma e consistenza).
 
Versate 1/3 della crema sullo strato appena bagnato e livellatelo con una spatola angolata. Quindi aggiungete l'ananas fatto a cubetti, pressandolo leggermente dentro la mousse.
Posate il secondo strato di pan di spagna e ripetete le operazioni: bagna, mousse, frutta a pezzetti (anche le fragole ci stanno benissimo).
 

Siccome il pan di spagna è una base leggera e molto delicata da maneggiare specie se ricavate dischi di uno spessore sottile, evitate di spostarla alzandola con le mani. Fate scivolare sotto il disco un vassoio di cartone per alimenti come se il pan di spagna fosse una pizza e il vassoio una pala. Posizionate il vassoio sulla torta e fate scivolare il disco in posizione, sfilando il vassoio.
 
 
Arrivati all'ultimo strato bagnatelo con lo sciroppo e refrigerate per qualche ora.

Prima di servire, spolverate la sommità con dello zucchero a velo e decorate con un rametto di rosmarino in fiore.


Con questa ricetta partecipo alla sfida n.47 del MTChallenge.

10 commenti:

  1. amo il rosmarino e l'ho provato anche nei dolci, posso immaginare il profumo e l'aroma di questa torta deliziosa e delicata!!! complimenti :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! L'aroma del rosmarino resta un piacevolissimo sottofondo. :-)

      Elimina
  2. Sai che, vedendo il mio rosmarino tutto fiorito, ci avevo fatto anche io un pensierino? Ma non ho osato, per cui prendo nota del tuo sciroppo e mi butto a provare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere! Aspetto di vedere che meraviglia creerai :-)

      Elimina
  3. Ma che profumatissima variante! davvero bella, amo il rosmarino e i suoi abitanti (ho un cespuglione in giardino, e tanti suoi abitanti, api, lucertole, chiocciole:), i suoi rametti li uso spesso in sughi e con carni e pesci, i fiori li ho messi nella panatura della mozzarella fritta, ma all'infuso per una torta non ero mai arrivata!
    bello bello, grazie!
    tam

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-) l'ispirazione mi è venuta proprio grazie ai loro abitanti. Apette, bombi e lucertole.. qualche lumachina nuda gira nell'aiuola sottostante

      Elimina
  4. Devo smetterla di vedere tutte le proposte che mi viene da nascondermi in un angolino e piangere....
    Anche questa torta è uno spettacolo!! Me la mangerei tutta... Io.... IO CHE PREFERISCO IL SALATO!!!
    bravissima!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se catturo il palato di un'amante del salato.. allora posso ritenermi davvero soddisfatta! :-) grazie!

      Elimina
  5. Mi hai letteralmente conquistata! sai perché? in modo speciale per l'uso del rosmarino! lo adoro nei dolci (come nel resto eh). e con l'ananas penso sia perfetto ed intrigante! avevo già usato il timo ma non il rosmarino: mi toccherà rimediare! torta profumata e delicata, con una farcia che invita all'assaggio! ricorda certi dolci della costiera amalfitana rinnovandoli completamente! molto bella!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il rosmarino è stato il punto di partenza. Non avevo ancor fatto il pan di spagna, ma giá avevo deciso che sapore avrebbe avuto. Il rosmarino con la vaniglia ci sta benissimo.. abbinati poi all'ananas (ma ne ho fatta un'altra miniversione con le fragole) e lo yogurt, la morte sua. Mi dispiace solo non aver fatto la mousse per bene, e aver dovuto ripiegare su una mousse fredda. Non mancheró di farla al più presto seguendo le tue ricette

      Elimina

AVVISO SUL COPYRIGHT

"Zeta come.. Zenzero" è pubblicato sotto una Creative Commons Attribution-NonCommercial 3.0 Unported License e non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 07/03/2001. I testi e le foto (ove non espressamente specificato) sono proprietà intellettuale di Eleonora Pulcini e protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633,/1941 e successive modifiche, pertanto non ne è consentito l'utilizzo, totale o parziale, su forum o altro, senza l'autorizzazione della sovrascritta, autrice e curatrice del presente blog.